Tempo di lettura: 7 min

Cosa vedere a Genova: i migliori posti da visitare e itinerari per le tue vacanze

Genova è una bellissima città costiera del nord Italia, famosa per il centro storico e per un’importante e interessante area portuale. La maggior parte dei visitatori pensa a Genova come a un porto crocieristico senza rendersi conto che invece ha tanto altro da offrire.
A tale proposito, questo articolo ti mostra le migliori cose da vedere e da fare a Genova e nel contempo ti fornisce alcuni utili consigli sui migliori itinerari da seguire.

Cosa vedere a Genova: gli imperdibili e posti insoliti

A Genova ci sono alcuni posti che assolutamente non devi perdere, poiché sono interessanti e soprattutto insoliti e che di seguito ci apprestiamo ad elencarti.

Palazzo Reale

Genova pur non essendo mai stata la capitale d’Italia ha visto la famiglia Savoia risiedervi, e quindi vanta un palazzo reale oggi aperto ai visitatori. La struttura risale al XVII secolo (1643-1650) ed apparteneva originariamente alla famiglia Balbi, per poi passare nelle mani dei Savoia nell’anno 1824. Si tratta tra l’altro di un edificio elegante sia dentro che fuori, ed è uno dei posti migliori da visitare specie se ami l’arte e gli interni eleganti (pensa a lampadari, broccati, affreschi ecc.). Le sale del palazzo inoltre sono ricche di opere di importanti artisti europei come ad esempio quelle di Van Dyck, del Tintoretto e del Guercino.

Chiesa dell’Annunziata

La città di Genova vanta diverse chiese e forse la più bella ed imponente di tutte è quella dell’Annunziata risalente al XVI secolo e che si trova proprio nel centro. Dal punto di vista strutturale si presenta con una facciata piuttosto semplice ma gli interni sono mozzafiato; infatti, potrai notare alte colonne a chiocciola che incorniciano una meravigliosa navata centrale, con un elaborato soffitto a volta decorato con affreschi e oro. Quest’ultimo riflette la luce regalando un notevole impatto visivo. Oltre che impressionante a prima vista, la chiesa merita anche di essere esplorata per i suoi tanti affreschi in tipico stile Manierismo/Barocco tipico proprio di Genova.

Via Garibaldi e il Sistema dei Palazzi dei Rolli

Durante il Rinascimento, Genova visse un periodo di grande prosperità economica e questo portò a un grande ridisegno della città, che le diede belle strade ed edifici che ancora oggi possiamo ammirare.

La zona migliore per immergerti nella Genova rinascimentale è tuttavia il centro città ed in particolare Via Garibaldi e le cosiddette strade nuove fiancheggiate da bei palazzi, vanto delle famiglie più abbienti e talmente belli e significativi da essere stati inseriti nell’elenco del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Il loro nome ufficiale è Palazzi dei Rolli che facevano parte di uno speciale sistema di alloggi pubblici che richiedeva ai proprietari di ospitare su richiesta notai in visita alla città. Il sistema tra l’altro funzionava a lotto e le informazioni sui palazzi stessi venivano conservati su rotoli di carta (rolli) che davano loro il nome.

Piazza De Ferrari

Un’altra faccia di Genova che ti consigliamo di vedere è quella di Piazza De Ferrari. Si tratta infatti di un ampio ed elegante spazio a cui fanno da cornice bei palazzi e una grande fontana. La piazza è tra l’altro considerata il cuore della vita finanziaria della città in quanto ospita molte delle banche e delle istituzioni finanziarie.

Chiesa di San Lorenzo

La chiesa di San Lorenzo è la cattedrale di Genova ed è una bella struttura in grado di narrare una storia interessante. Originariamente costruita nell’anno 1098, la chiesa ha successivamente subito diverse modifiche, ognuna dettata da varie influenze che gli hanno consentito di evidenziarla con elementi gotici e manieristi. All’interno si trovano due principali aree di interesse. La prima è la Cappella di San Giovanni che si dice contenga le ceneri del Santo. La seconda invece è la replica di una bomba caduta sulla chiesa nell’anno 1941 ma non esplosa, e tale condizione suscitò interesse nella popolazione che la considerò un miracolo della Vergine Maria ancora oggi celebrato con una targa.

I Caruggi di Genova

Caruggi è il termine locale usato a Genova per indicare i vicoli che collegano il centro storico della città alla zona vecchia del porto. I caruggi nello specifico rappresentano una delle zone più affascinanti di Genova e pur essendo di origine medievale, conservano ancora molto del carattere tipico di una città portuale, ossia di piccola ampiezza con antiche botteghe e dall’atmosfera multiculturale.

I caruggi tra l’altro sono stati creati come una sorta di labirinto allo scopo di rallentare le invasioni straniere. Infine va aggiunto che alcuni hanno dei nomi tipo Via degli Orefici e Vico del Ferro che testimoniano la vocazione originaria di questa zona, in cui abili artigiani di entrambi i settori erano noti in tutto il mondo grazie anche al fatto che Genova era una Repubblica Marinara.

Cosa vedere a Genova in un giorno

Alla domanda è possibile visitare Genova in un solo giorno, la risposta è breve ed esaustiva; infatti, se ti limiti a punti e zone salienti puoi distribuire il tuo tempo tra mattina, pomeriggio e sera.

Mattina

Dopo aver apprezzato alcune tra le principali piazze e zone del porto, puoi fermarti a pranzo in qualche ristorante per gustare svariate specialità a base di pesce. In alternativa hai l’opportunità di assaggiare altre pietanze tipiche della tradizione culinaria cittadina e regionale come ad esempio:

  • Il pesto verde alla genovese
  • La focaccia morbida
  • La farinata di ceci
  • I canestrelli, ossia dei biscotti tipici

Per completare il tour mattutino di Genova vista la vicinanza l’uno dall’altro puoi visitare nell’ordine Palazzo Reale, la Chiesa dell’Annunziata, Via Garibaldi e Palazzi dei Rolli e la Chiesa di San Lorenzo.

Pomeriggio

Il pomeriggio a Genova lo puoi dedicare interamente al Porto Vecchio che è una delle zone più suggestive della città, anche per la presenza di alcune strutture di grande interesse culturale ed architettonico. Questa infatti è una zona di Genova ideale per tutti i visitatori, specie per quelli con i bambini.

Questi ultimi infatti a parte la visita all’Acquario, possono anche ammirare i migliori punti panoramici della città salendo su alcune terrazze. Tra le più interessanti in tal senso c’è la cosiddetta Spianata di Castelletto, ossia il luogo che permette di scoprire dall’alto il centro cittadino e il tratto di mare che lo bagna.

Anche il Belvedere di Righi che è il più alto di Genova e raggiungibile in funivia dal centro cittadino, è una terrazza che offre svariati interessanti spunti panoramici. Infine in occasione di un pomeriggio trascorso al Porto Vecchio di Genova, ti consigliamo di ammirare il Bigo, ossia una struttura realizzata da Renzo Piano e che con il suo saliscendi ti permette di apprezzare il contesto da diverse altezze.

Sera

Una delle più belle cose che puoi fare a Genova in un solo giorno e in particolare di sera, è guardare il tramonto dal Boccadasse.

Quest’ultimo è un tipico angolo cittadino che si contraddistingue per la presenza di casette di svariate tonalità pastello arroccate su una scogliera che scende a picco sul mare, e che per certi versi ti faranno venire in mente molti dei paesini che si trovano nelle Cinque Terre.

Visitare questo contesto è tra l’altro molto romantico specie se opti per la sera e precisamente al tramonto. I colori tipici di questo naturale fenomeno giornaliero sono infatti unici e molto suggestivi.

Genova di sera: cosa vedere e cosa fare

Se a Genova hai deciso di rimanere per più di un giorno puoi ottimizzare la tua visita sfruttando al meglio le cose da vedere e da fare di sera. In tal senso devi infatti sapere che gli abitanti della città amano vivere la strada. Per questo motivo sono tantissimi i locali notturni presenti soprattutto nel centro storico. Questi ultimi tra l’altro ti offrono diverse opportunità sia per cenare che per degustare un rinfrescante drink mentre passeggi tra un caruggio e l’altro.

La maggior parte si trovano nel centro della città ed in particolare intorno al perimetro della Cattedrale di San Lorenzo e in altre piccole e famose piazzette. Anche Piazza delle Erbe ubicata accanto al Palazzo Ducale e alle spalle della centralissima Piazza De Ferrari, merita una visita nelle ore serali.

Per concludere questa rapida carrellata su alcune cose interessanti da fare e da vedere di sera a Genova, va detto che merita una visita anche Piazza Lavagna poiché è il luogo dove si snoda la movida di persone più adulte ed è meno caotica rispetto a quelle in precedenza descritte.

Spiagge a Genova

Il capoluogo ligure è immerso in un favoloso tratto di costa dove trovare le migliori spiagge e lidi balneari della Liguria e trascorrere vacanze all’insegna del relax e spensieratezza.

Se vuoi organizzare il tuo itinerario a Genova e dintorni, scopri quali sono le migliori spiagge della Liguria vicine a Genova.

Ogni zona e quartiere di Genova offre spiagge suggestive e uniche. Potrai trovare lidi attrezzati e confortevoli in varie zone tra cui:

  • Genova Ponente: da Pegli a Vesina
  • Genova città: da corso Italia a Boccadasse
  • Genova Levante: da Quarto fino a Nervi, passando per Quinto.

Se trascorri qualche giorno di relax in zona, scopri tutti i lidi balneari di Genova.

Cosa vedere a Genova con i bambini

La maggior parte dei bambini che visitano Genova con i loro genitori sanno benissimo che la città vanta un Acquario molto grande e tra i più famosi al mondo. Tuttavia a parte ciò, per gli adolescenti non mancano tante altre opportunità di apprezzarla. Per fare qualche esempio, si possono ammirare panorami unici, viaggiare su mezzi di trasporto decisamente insoliti come ad esempio la funivia, o ancora apprendere interessanti nozioni storiche su questa città che si erge tra mare e monti. Per i bambini infine Genova offre anche diverse opportunità per gustare alcune delizie locali, come ad esempio quelle acquistabili di fronte al suddetto Acquario. Si tratta nello specifico di un contesto noto come Sottoripa e che propone una lunga serie di porticati dove ci sono antiche friggitorie e vecchi produttori di dolci locali.

Come arrivare e dove parcheggiare

Se hai intenzione di pianificare un viaggio di un giorno o di lunga durata a Genova e dintorni, devi sapere che per arrivarci hai diverse opzioni di scelta. La prima è quella aerea; infatti, la città ha un proprio Aeroporto intitolato al nativo Cristoforo Colombo e che si trova nel comprensorio di Sestri Ponente.

Il contesto tra l’altro è ben collegato con i trasporti pubblici che fungono da navetta per il centro con una certa frequenza. Il secondo modo per arrivare a Genova e non poteva essere altrimenti visto che si tratta di una città di mare, è tramite le stazioni marittime che la collegano con tutti i principali porti italiani e del Mediterraneo.

Anche le ferrovie rappresentano una buona e pratica soluzione per raggiungere Genova, mentre per quanto riguarda l’arrivo in auto ci sono diverse opportunità. In città infatti è possibile arrivarci attraverso le autostrade note con l’acronimo di A7, A10, A12 e A26.

A tale proposito devi sapere che se la modalità scelta per arrivare a Genova è proprio quest’ultima, considera che è piuttosto difficile trovare dei parcheggi gratuiti nel centro. Quasi tutti infatti sono disponibili a pagamento in apposite aree delimitate da strisce blu.

Tuttavia ne puoi trovare comunque alcuni che non richiedono nessun esborso nelle immediate adiacenze, ossia a circa un centinaio di metri dalla stazione ferroviaria di Genova Brignole e a piazzale Marassi dove c’è l’omonimo stadio in cui giocano il Genoa e la Sampdoria.

Anche in prossimità dell’acquario (Via Rubattino) e all’uscita autostradale di Genova Ovest (Piazza Dinegro) puoi trovare un parcheggio a pagamento ma piuttosto conveniente poiché prevede delle tariffe agevolate.

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.