Tempo di lettura: 4 min

Baia del silenzio: perla della Liguria, tra le spiagge più belle d’Italia

Sestri Levante, in Liguria, è conosciuta anche con il nome de “la città dei due mari” in quanto si sviluppa su due meravigliose baie, la Baia del Silenzio e la Baia delle Favole.

La Baia del Silenzio può essere descritta come un luogo in grado di mescolare perfettamente la natura più selvaggia con l’opera dell’uomo, in maniera armoniosa e suggestiva.

Fa parte, a ragione, di quelle che sono considerate le spiagge più belle d’Italia, quindi può essere visitata con piacere dai turisti in qualsiasi stagione dell’anno, in quanto offre sempre uno spettacolo mozzafiato.

Una vacanza presso la Baia del Silenzio a Sestri Levante è senza dubbio un’esperienza imperdibile se si sta programmando un tour per le spiagge in Liguria.

Dove si trova Baia del Silenzio e storia

La Liguria è una delle mete preferite per le vacanze al mare, grazie alle sue spiagge incantevoli, ai pittoreschi borghi costieri e al fascino dell’entroterra.

In particolare, la riviera di Levante, con i suoi arenili prevalentemente ciottolosi alternati comunque a calette e baie sabbiose, consente di organizzare vacanze in famiglia, anche con bambini.

La Baia del Silenzio, che si trova a Sestri Levante, è un sottile lembo di spiaggia che separa la Baia delle Favole dal resto del litorale, e che in passato è stata la meta di alcuni personaggi famosi come Goethe e Lord Byron.

All’interno della Baia, che è chiamata “del Silenzio” proprio per un’esclusiva atmosfera tranquilla, il suo mare cristallino è sempre calmo e la balneazione è piacevole e rilassante.

Si tratta di un posto spettacolare, racchiuso tra le montagne, con acque limpide e un paesaggio mozzafiato.

Questo angolo di paradiso, tra i più affascinanti della Liguria, ha inoltre la fortuna di affacciarsi su una zona costiera dove si trovano alcuni tra i borghi più belli della regione.

I fondali sono lievemente pendenti e, a differenza della maggior parte degli arenili liguri, hanno un fondo sabbioso agevolmente praticabile.

Da sempre ispirazione per scrittori, letterati e poeti, la Baia del Silenzio viene considerata uno dei luoghi più incantevoli della riviera di Levante.

Grazie alla presenza del promontorio di Punta Manara, che circonda a occidente le tipiche e policrome abitazioni liguri, alternate a ville aristocratiche, questa baia è stata per molto tempo la meta preferita della ricca borghesia ligure.

Secondo testimonianze storiche, a coniare il termine “Baia del Silenzio” fu nel 1919 il poeta Giovanni Descalzo, affascinato dalla tranquillità e dalla quiete di questo magico borgo, che ancora oggi sembra sospeso nel tempo.

A Descalzo la città di Sestri Levante ha intitolato un premio di poesia per ricordare la sua importanza per il paese.

Questo borgo, celebre per la caratteristica morfologia del territorio, è diviso da un istmo dalla più grande Baia delle Favole.

Durante l’epoca Romana, attraversò un periodo di grande splendore in quanto meta di attracco per numerose imbarcazioni.

In seguito alle invasioni barbariche medioevali, le abitazioni furono distrutte e il litorale perse le sue naturali attrattive.

Dopo essere stata feudo della nobile famiglia dei conti di Lavagna, nell’anno 1000 entrò a far parte della Repubblica Marinara di Genova, che in zona costruì numerosi fortilizi difensivi.

Sestri Levante e le sue famose baie attrassero invasori turchi e saraceni, che saccheggiarono e rasero al suolo la maggior parte delle abitazioni, intorno al 1500.

Circa 100 anni dopo, dal 1600 in avanti, iniziò un vero e proprio periodo di rinascita della città e delle zone limitrofe, che incominciarono a sviluppare le loro enormi potenzialità turistiche.

Attualmente il centro storico di Sestri Levante, che si distingue anche per la tipica architettura con edifici in ardesia, ospita alcuni monumenti di notevole interesse artistico come la chiesa di San Nicolò (che è la più antica della città), la basilica di Santa Maria di Nazaret, la chiesa dell’Immacolata Concezione e quella di San Pietro in Vincoli.

Tra le principali testimonianze di architettura civile, vi sono il Palazzo Fasce (al cui interno ha sede una storica biblioteca), il Museo Archeologico e il Palazzo Durazzo-Pallavicini.

Oltre a queste attrattive, Sestri Levante è famosa per la bellezza delle sue coste, che in molti punti non sono ancora state invase dal turismo di massa e consentono di trascorrere vacanze all’insegna del relax.

Scopri qui tutti i lidi balneari a Sestri Levante.

Come arrivare a Baia del Silenzio a Sestri Levante

La Baia del Silenzio può essere facilmente raggiunta mediante il carrugio di Sestri Levante.

Chi arriva in auto può percorrere l’autostrada A12 Roma-Genova, uscendo al casello di Sestri Levante che dista circa un’ora dal capoluogo ligure, e seguire la via Nazionale fino ai pressi della spiaggia.

Da Genova parte anche la Strada Statale 1 (Aurelia), che prevede un tragitto più lungo ma molto più suggestivo, della durata di circa 35 minuti.

In treno, bisogna scendere alla stazione di Sestri Levante e seguire poi le indicazioni stradali per la zona costiera, con un tempo complessivo di circa 15 minuti.

Un’altra opzione per raggiungere la Baia del Silenzio da Genova è quella di un taxi privato, che con una spesa media di 70 euro, copre la distanza in circa 40 minuti.

La soluzione più economica rimane comunque quella del treno, che in partenza da Genova Brignole arriva a Sestri Levante con partenze previste ogni 30 minuti.

Una volta arrivati a Sestri Levante, il percorso per raggiungere la baia prevede una piacevole passeggiata attraverso i vicoli del centro storico seguendo le indicazioni verso Punta Manara, che conducono direttamente al lungomare e poi alla piccola baia.

Spiaggia libera

La Baia del Silenzio possiede tutte le caratteristiche tipiche di una spiaggia da sogno, con sabbia impalpabile alternata a ciottoli argentati, mare cristallino e una cornice paesaggistica dove la macchia mediterranea mostra un incredibile rigoglio.

A completare lo scenografico paesaggio, si aggiungono le tipiche e policrome abitazioni costiere.

Uno dei requisiti della Baia del Silenzio è la sua offerta di spiagge libere, che a differenza della maggior parte delle località liguri, consentono un accesso gratuito.

La gestione pubblica di questa baia prevede comunque presenze contingentate e controllate dalle 8 del mattino alle 20 di sera, con ingresso fino a 4 persone appartenenti allo stesso gruppo.

Non essendo prenotabili, i posti hanno una disponibilità limitata e devono essere verificati in tempo reale sul sito di Sestri Levante.

La spiaggia è organizzata perfettamente anche per individui affetti da disabilità motorie, dato che l’accessibilità prevede apposite passerelle che arrivano fino alla battigia.

Programmi ampi e diversificati rendono la Baia del Silenzio un arenile non soltanto adatto per vacanze balneari, ma anche per escursioni naturalistiche e attività sportive.

Grazie alle visite guidate di snorkeling, è possibile ammirare uno degli ambienti marini più suggestivi della costa, dove si trovano molte specie protette di fauna ittica.

Dopo una giornata in spiaggia libera, verso l’orario del tramonto, è possibile passeggiare lungo pittoreschi itinerari che si snodano verso il promontorio di Punta Manara, praticabili a piedi oppure con mountain bike a noleggio.

Nella Baia del Silenzio è consentito un accesso massimo di 400 persone al giorno.

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.