Tempo di lettura: 3 min

Baia dei turchi in Puglia: consigli utili su spiagge e cosa fare in vacanza

La Puglia è divenuta negli ultimi anni una delle mete privilegiate per le vacanze degli italiani e non solo, con le sue numerose spiagge di sabbia bianca e dal mare cristallino, tra queste spicca la Baia dei Turchi.

La Baia dei Turchi si colloca in un contesto naturalistico che lascia senza fiato, immersa in una vegetazione rigogliosa che apre la vita a un lido di sabbia e sassi che ricorda uno scenario esotico.

Sita poco a nord di Otranto, questo luogo incantato è protetto dalla FAI poiché è parte integrante dei Laghi Alimini, una delle principali attrazioni del Salento.

Se hai deciso di organizzare una vacanza in questa regione, non potrai fare a meno di regalarti qualche ora di relax in questo arenile che ogni anno rinnova la propria bandiera blu, che offre la possibilità di concedersi escursioni e di scoprire il fondale e la fauna circostante con immersioni e snorkeling.

Spiaggia libera e stabilimenti balneari

Il litorale tra Otranto e Lecce dove si trova la Baia dei Turchi, alterna tratti di spiaggia libera a stabilimenti balneari.

Pur non essendo una spiaggia enorme, la Baia dei Turchi permette ai visitatori di sistemarsi come desiderano sia nella spiaggia libera, presente proprio all’arrivo, sia in stabilimenti privati e piuttosto caratteristici.

Scopri tutti gli stabilimenti balneari del Salento nelle più belle spiagge della regione.

Se ami le spiagge libere, il suggerimento è di arrivare la mattina molto presto nei mesi di maggiore affollamento, in quanto è davvero difficile trovare un posto a luglio e agosto se si arriva più tardi delle 9.

La sabbia è leggermente più scura rispetto ad altri luoghi, tuttavia l’attività di snorkeling può risultare davvero interessante essendoci un fondale variegato che alterna anche scogli e sabbia. Nelle giornate meno serene il mare tende a mangiare parte dell’arenile, pertanto lo stabilimento deve ridurre le file e la spiaggia libera diviene ancora più ridotta.

Si tratta di una location perfetta sia per coloro che vogliono vivere un’atmosfera leggermente selvaggia e approfittare dell’ombra della natura circostante, sia per quelle famiglie che amano il relax e hanno bisogno di tutti i comfort per poter godere al meglio della vacanza.

Vediamo quindi nel dettaglio tutto quello che bisogna sapere prima di intraprendere questa avventura, sia dal punto di vista logistico sia per quanto concerne le bellezze in prossimità che sarebbe un peccato perdere.

Come arrivare a Baia dei Turchi

La Baia dei Turchi si colloca in una posizione abbastanza strategica, non troppo distante da Otranto e soprattutto raggiungibile con diversi mezzi, sia personali sia pubblici.

Se decidi di utilizzare l’autobus, le strade sono in discrete condizioni e i tempi di percorrenza non eccessivi. Da Lecce potrai prendere il 165 fino a Porto e successivamente il 101, arrivando dopo 16 fermate.

Se invece vieni da Otranto, il tragitto è limitato al solo 101, che lascia di fronte al rinomato villaggio turistico Club Med, dal quale è possibile poi proseguire a piedi.

In macchina, invece, sono 45 minuti da Lecce seguendo la Statale 16, mentre solo 15 da Otranto andando per la SP366.

Il paesaggio finale merita certamente la gita, soprattutto quando ti troverai a costeggiare il mare celeste.

L’aeroporto più vicino è quello di Brindisi, che però dista 40 km da Lecce e pertanto l’aereo risulta essere certamente il mezzo più scomodo per arrivare alla meta.

Cosa fare e consigli utili

Sia in spiaggia sia nei dintorni della Baia dei Turchi, è possibile dilettarsi con diverse piacevoli attività.

Quando ti troverai con i piedi nella sabbia potrai decidere se scoprire il fondale con la maschera e le pinne, affittare una canoa o avventurarti negli spazi tra le rocce, compatibilmente con il grande affollamento di persone che limita lo spazio in alcuni periodi.

Sono anche organizzate gite a cavallo sulla spiaggia negli orari meno di punta, oppure escursioni in bici alla scoperta della vegetazione circostante.

Ancora, sarebbe un vero peccato lasciarsi scappare il tour in barca a vela, che pare sospesa sulle acque per quanto sono trasparenti e consente di fare un bagno lontano dalla calca.

Non perdere le degustazioni enogastronomiche, che offrono specialità di pesce e noti vini del posto, oltre che qualche ora dedicata alla scoperta del centro di Otranto, che incanta ogni giorno i turisti con la struttura circostante del castello, all’interno del quale si diramano viuzze particolari e originali.

Se vuoi approfondire l’argomento ti consigliamo di leggere questo articolo su cosa vedere in Salento.

Potrai tornare da una vacanza alla Baia dei Turchi con una serie di prodotti artigianali, sia come manufatti sia come prelibatezze del posto.

La spiaggia di Baia dei Turchi può essere annoverata senza problemi tra le perle del Salento, diversa da altre realtà molto apprezzate come ad esempio quella di Pescoluse. La sensazione è di trovarsi in uno scenario quasi caraibico, aspettandosi di veder approdare da un momento all’altro i pirati tra le rocce.

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.