Tempo di lettura: 5 min

Spiaggia La Pelosa a Stintino: Perla della Sardegna tra le più belle d’Italia

Definita a ragione “il paradiso tropicale del Mediterraneo“, la Spiaggia Pelosa Stintino è senza dubbio una delle spiagge più belle d’Europa.

Situata nel golfo dell’Asinara, si protende verso il mare nell’estrema punta nord-occidentale dell’isola, caratterizzandosi per lunghe distese di sabbia argentata soffice e finissima, lambite da limpide acque cristalline.

L’arenile è intervallato da morbide dune spesso rivestite da vegetazione arbustiva della macchia mediterranea che, oltre a offrire un indimenticabile impatto visivo, colpisce i visitatori per gli intensi aromi speziati.

Inserita nella top ten delle località più esclusive del mondo, la spiaggia La Pelosa Stintino si conferma un vero capolavoro della natura, dove mare, terra e cielo coesistono armoniosamente in uno scenario magico.

Per salvaguardare la zona, la spiaggia di Stintino La Pelosa è protetta e prevede un accesso controllato a numero chiuso e a pagamento, che dipende soprattutto dalla sua estensione non troppo vasta.

Oltre alla vita balneare, chi decide di trascorrere una vacanza qui può sfruttare anche tutte le proposte paesaggistiche del suggestivo borgo Stintinense, dove sono visibili le pittoresche case dei pescatori, ancora perfettamente conservate.

Questo spettacolare lembo di terra che si protende tra due mari, arriva ad ovest fin quasi all’isola dell’Asinara, un’altra imperdibile meta turistica, bellissima soprattutto in bassa stagione.

L’Asinara ospita il Parco Nazionale dove paesaggi incontaminati possono essere visitati a piedi oppure a cavallo, per ammirare esemplari rarissimi di flora e fauna autoctona.

Per le tue vacanze al mare in Sardegna, guarda anche le migliori spiagge del Golfo dell’Asinara.

Dove si trova Spiaggia La Pelosa

Presso Stintino, la spiaggia La Pelosa si trova in prossimità dell’Isola Piana (così chiamata per il suo territorio pianeggiante) e dell’Asinara, alle cui spalle emergono i maestosi faraglioni di Capo Falcone su cui si innalza la famosa Torre del Falcone, situata a oltre 1500 metri.

Ai piedi di un ripido promontorio che domina gran parte dell’arenile si distende l’isolotto chiamato Torre della Pelosa, che fu realizzato nel 1578 per controllare il transito verso il golfo.

Questa suggestiva zona è raggiungibile dopo aver percorso La Pelosetta di Stintino, una deliziosa caletta riparata da una barriera naturale di suggestive rocce nere.

La conformazione del territorio si caratterizza per la sua diversità comprendente ripide scogliere che si gettano nelle acque trasparenti del mare, ampi tratti costieri con sabbia bianchissima e impalpabile e zone sassose.

Il suo arenile muta continuamente aspetto per effetto delle forti correnti marine responsabili di una costante modificazione morfologica e ambientale.

Accesso e prenotazione spiaggia La Pelosa

A Stintino, La Pelosa è una spiaggia a numero chiuso il cui accesso è consentito a un numero massimo di 1500 persone, con biglietto di ingresso di 3,5 euro.

I bambini fino a 12 anni non pagano, mentre le docce costano 60 centesimi e i servizi igienici 50 centesimi.

L’arenile è accessibile dalle 8 fino alle 18, e l’ingresso è controllato da operatori che gestiscono le prenotazioni e il pagamento dei ticket.

La Pelosa dista 2 km da Stintino, ed è raggiungibile percorrendo la strada statale SS131 direzione Porto Torres, da cui si deve uscire per accedere alla strada provinciale 34.

È possibile prenotare l’ingresso alla spiaggia tramite il portale www.lapelosastintino.com per avere diritto ad accedere all’arenile nel periodo compreso dal 1 giugno al 30 settembre, quando è in vigore il numero chiuso.

Dopo avere effettuato il pagamento, si riceve via mail il QR code, che deve essere mostrato all’info point prima di entrare: il QR code è valido sia per prenotazioni singole che di gruppo, fino a un massimo di otto persone.

Se la prenotazione è riferita a più giorni, l’utilizzatore riceve dall’info point un gadget identificativo diverso per ogni giorno.

Per qualsiasi informazione bisogna contattare l’indirizzo mail info@pelosastintino.com.

Per preservare la tutela paesaggistica della spiaggia, il comune di Stintino ha imposto alcune regole che prevedono il divieto di abbandono dei rifiuti, di asportazione di sabbia, sassi e conchiglie, e di impiego di detergenti e shampoo.

Non è consentito l’accesso di animali e sotto ai teli da bagno è obbligatorio disporre apposite stuoie.

Come arrivare a spiaggia La Pelosa

La costa occidentale della Sardegna che si trova in provincia di Sassari è caratterizzata da lunghissime distese di sabbia argentata, inserite tra promontori rocciosi che si gettano in un mare color smeraldo.

Nella zona di Alghero si trova Stintino, una località turistica famosa soprattutto per la spiaggia La Pelosa, una zona protetta e accessibile soltanto previo pagamento di ticket.

Se siete in vacanza in uno dei lidi a Stintino, la spiaggia è raggiungibile in pochi minuti, sia in auto, che con navetta organizzata.

Da Sassari si deve percorrere la strada statale 131 in direzione Porto Torres, dove all’ingresso del centro abitato si svolta a sinistra proseguendo verso Stintino.

Poco prima del paese si erge la Torre Spagnola, alla cui destra ha inizio una strada asfaltata che porta verso il litorale.

Dopo 300 metri dal ponte di Casaraccio, si incontra un incrocio che consente di imboccare la circonvallazione, da cui si prosegue fino alla spiaggia.

Da Stintino sono disponibili servizi di navetta che in estate aumentano notevolmente la frequenza di fermata.

Il Parcheggio La Pelosa si trova prima dell’incrocio e permette di lasciare l’auto in un’area custodita e il suo costo è di 10 euro al giorno con tariffa oraria di 2,5 euro.

La soluzione più economica per arrivare da Stintino a La Pelosa è il bus, che ha un costo compreso tra 1 e 2 euro, e trasporta i turisti fino in prossimità dell’arenile, con passaggi a ogni ora.

La soluzione più rapida invece è il taxi, che in soli 4 minuti congiunge Stintino alla spiaggia a un costo compreso tra 8 e 10 euro.

Per i turisti che sono sprovvisti di auto propria, il metodo più comodo per raggiungere la spiaggia è il servizio di auto pubbliche, che in pochi minuti raggiungono l’arenile.

Chi arriva in aereo deve scendere all’aeroporto di Alghero (37 km di distanza) oppure di Olbia (110 km).

Un’altra opzione è quella del traghetto, che attracca a Porto Torres, Olbia, Cagliari o Golfo Aranci, località da cui si deve percorrere un lungo tratto di strada statale.

Regole, curiosità e informazioni utili

L’arenile de La Pelosa dista:

  • 4 km da Stintino,
  • 48 km da Sassari
  • 58 km da Alghero
  • 152 km da Olbia

Durante l’alta stagione (luglio e agosto) è opportuno lasciare l’auto nel centro di Stintino, procedendo con le navette orarie, sia per scarsa disponibilità di parcheggio, sia per il traffico piuttosto intenso sulle strade.

La caratteristica principale di questo tratto di litorale è che, grazie alla presenza di barriere naturali costituite da promontori rocciosi e faraglioni, il mare è sempre calmo e la temperatura dell’acqua è tiepida, poiché il vento non arriva a colpire questa piccola baia.

Scopri anche le migliori spiagge della Costa Smeralda per surf e immersioni.

L’arenile è lungo ma molto stretto, per cui è consigliabile arrivare al mattino presto (intorno alle 8) per occupare un posto favorevole.

Il 50% della spiaggia è libero, mentre la restante parte è organizzata con ombrelloni, lettini e sdrai a noleggio, sfruttati spesso dai gestori di bar e ristoranti.

A pochi metri da La Pelosa si trova l’arenile de La Pelosetta, con ingresso libero e nessuna limitazione.

Durante l’alta stagione può essere consigliabile orientarsi verso quest’ultimo tratto di costa, dove le acque sono meravigliose e l’arenile vanta sabbie bianchissime simili a quelle dei Caraibi.

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.