Tempo di lettura: 4 min

Spiaggia di Calamosche: la Perla della Sicilia Orientale

La Spiaggia di Calamosche è uno dei punti più emozionanti e spettacolari che la Sicilia continua a mettere a disposizione di milioni di turisti provenienti da tutto il mondo.

L’incantevole Spiaggia Calamosche, è una caletta lunga appena 200 metri ma in grado di far assaporare al turista un mare azzurro cristallino dotato di sfumature turchesi e blu intenso.

Una delle particolarità più importanti di questa spiaggia è sicuramente la calma perenne del mare, possibile grazie ai due promontori che sorgono sui rispettivi lati della cala, i quali riescono a ripararla dall’azione dei venti e delle correnti.

La straordinaria bellezza di Calamosche è ben testimoniata dal riconoscimento fornito da Legambiente nel 2015, fondazione che la insigniva del titolo di spiaggia più bella d’Italia.

Un ulteriore punto di forza di tale località balneare è il suo fondale sabbioso e molto basso, specialmente nella parte centrale, cosa che rende la spiaggia adatta a tutti, specialmente per le famiglie con i bambini piccoli a seguito.

Tuttavia, dopo pochi metri, il mare diventa sempre più profondo e delimitato da sempre più rocce, sulle quali non è insolito osservare diverse specie marine che sfruttano gli scogli che affiorano dal pelo dell’acqua per costruirsi un nido efficace.

Se stai pianificando il tuo tour in Sicilia guarda anche le 10 più belle spiagge della Sicilia.

Dove si trova la Spiaggia Calamosche

Come detto, la Spiaggia Calamosche si trova immersa nella Riserva Naturale di Vendicari, nella Sicilia Orientale e in provincia di Siracusa, distante dall’omonima provincia circa 40 km.
Tuttavia, la sua ubicazione è caratterizzata dalla vicinanza di altre località balneari e turistiche di importante rilevanza, come Pachino, distante appena 15 km, nonché Marzamemi, situata a circa 17 km.

Riserva Naturale di Vendicari

La Spiaggia di Calamosche è immersa in una delle Riserve Naturali più rinomate a livello nazionale, quella di Vendicari.

La sua estensione si protrae da Noto a Pachino, coprendo circa 20 km inframezzati da cale e spiagge paradisiache.

Ti sarà possibile, inoltre, notare testimonianze a cielo aperto dell’antica storia e del ruolo che Vendicari possedeva: la sua posizione altamente strategica nel Mar Mediterraneo le consentiva di assurgere al ruolo di porto mercantile, punto di snodo molto importante per l’economia della Sicilia e dell’intera nazione.

Inoltre, sempre anticamente, Vendicari era nota per essere una rinomata sede di tonnare e saline: questo è ben visibile grazie ad una torre che svetta al di sopra del livello del mare, all’epoca avente il ruolo di sentinella dalla quale gli aragonesi scorgevano gli orizzonti marini.
Sono ancora presenti le celebri case dei salinari, punti di appoggio dei vecchi lavoratori del sale che utilizzavano tali abitazioni per rifocillarsi e per conservare in recipienti di variabili dimensioni le grandi quantità di sale che raccoglievano durante le giornate lavorative.

Scendendo ancora più giù, noterai facilmente la Torre Sveva, antica torre voluta da Pietro d’Aragona finalizzata al monitoraggio costante degli eventuali attacchi arabi sulle coste siciliane, un tempo ambite per la loro posizione strategica.

Non è inusuale vedere enormi migrazioni di fenicotteri provenienti dalla Francia e diretti sulle coste della Tunisia, i quali sostano sulle sponde della Riserva Naturale per abbeverarsi e per poter affrontare il lungo viaggio.

Le spiagge più rinomate ubicate in questa Riserva, come quella di Eloro, Marianelli, di San Lorenzo e l’omonima spiaggia di Vendicari, sono punti naturalistici pressoché incontaminati dall’azione umana e facilmente raggiungibili tramite i numerosi tour in barca organizzati e partenti dal porto di Lido di Noto.

Una delle più affascinanti e suggestive particolarità della Riserva di Vendicari è uno speciale punto localizzato in corrispondenza di una delle cale visitabili via mare che, nelle giornate nelle quali il mare è calmo e soprattutto limpido, consente di farti osservare antiche colonne romane adagiate placidamente sul fondale marino e ben visibili da una barca nonostante siano poste a decine di metri di profondità.

Come arrivare a Calamosche

Per giungere alla Spiaggia di Calamosche, è necessario addentrarsi nella Riserva Naturale di Vendicari, raggiungibile mediante la strada provinciale che collega Pachino a Noto.

Una volta intrapreso tale collegamento stradale, a circa 11 km da Pachino sorge l’indicazione e il conseguente svincolo per la Spiaggia di Calamosche, deviazione che ti consentirà di arrivare direttamente al parcheggio della spiaggia nel quale lasciare l’auto e proseguire a piedi tramite un breve e comodo sentiero che arriva fino in spiaggia.

Cosa fare e consigli utili

Quali sono altre informazioni che dovresti considerare prima di tuffarti nelle stupende acque della Spiaggia di Calamosche?
Tieni presente che la spiaggia non è attrezzata; pertanto, è consigliabile portarsi l’attrezzatura direttamente da casa, come un ombrellone per proteggersi dal sole, un seggiolino da spiaggia o una sdraio per mettersi più comodi, qualcosa da mangiare e da bere e soprattutto la crema solare per proteggerti dal sole e dai suoi raggi UV.

Inoltre, seleziona accuratamente il periodo nel quale recarti a Calamosche, tenendo conto della sua popolarità; da ciò ne consegue che, soprattutto nei mesi di luglio e agosto, moltissima gente potrebbe riversarsi in questo sito balneare, facendoti riscontrare alcune difficoltà nel cercare parcheggio per l’auto o nel crearti lo spazio adatto per sostare sulla spiaggia.

Pertanto, il consiglio migliore sarebbe quello di ponderare bene il periodo da scegliere per visitare Calamosche, magari scegliendo le ultime settimane di giugno o le prime di settembre laddove l’affluenza dei turisti potrebbe essere un po’ più ridotta.

Essendo ubicata all’interno di una Riserva Naturale ed essendo raggiungibile a piedi solamente dopo un percorso di circa 1 km sotto il cocente sole estivo, probabilmente la miglior scelta che tu possa fare è selezionare una struttura o un appartamento in affitto nelle immediate vicinanze della riserva che funga da punto di appoggio per recarti a Calamosche ma anche nelle restanti spiagge della Riserva di Vendicari o migliori lidi della provincia di Siracusa.

Tieni conto che molte delle migliori sistemazioni in questo senso sono disseminate lungo la strada provinciale 19 che costeggia la riserva partendo da Lido di Noto; in questo piccolo borgo, inoltre, potresti trovare molti B&B, hotel, residence o alloggi di vario tipo dove sostare, in modo tale da non dover percorrere troppa strada per raggiungere le spiagge della riserva.

Non tutti sapranno che la Spiaggia di Calamosche è una location adatta anche alle immersioni e allo snorkeling, grazie ai suoi fondali facilmente raggiungibili e poco profondi, nonché alle sue calme acque; pertanto, se sei appassionato di tali attività subacquee, provvedi nel portare con te tutta l’attrezzatura adatta, in modo da godere della bellezza della spiaggia anche da un punto di vista alternativo, come quello subacqueo.

Infine, è importante che tu sappia che il bar, ubicato nell’area parcheggio e vero e proprio punto di riferimento di Calamosche, è rifornito con docce e altri servizi igienico-sanitari.

Conclusioni finali

In conclusione, la Spiaggia di Calamosche è uno dei tantissimi punti siciliani da non perdere.
Si sa, volere è potere: pertanto attraverso una buona organizzazione e un’ottimale progettazione della visita è possibile godere di qualche ora all’insegna del relax e del divertimento grazie ad un mare letteralmente paradisiaco!

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.