IL MAGAZINE

Il blog di Spiagge.it

Tempo di lettura: 3 min

Alla scoperta delle migliori spiagge di Ragusa

La Sicilia è una terra dalle infinite meraviglie e tra queste un posto d’eccellenza va sicuramente riservato a Ragusa, una città che affascina i visitatori di tutto il mondo per la sua storia millenaria, le affascinanti bellezze architettoniche e l’atmosfera unica che si respira lungo le sue strade caratteristiche.

Qui di seguito, andremo a fornire preziosi consigli e informazioni su tutto ciò che riguarda Ragusa, focalizzando l’attenzione su alcune delle sue attrazioni più apprezzate: le spiagge, il mare e la sua antica storia e tradizione.

Le migliori spiagge di Ragusa

  • Marina di Ragusa
  • Spiaggia di Punta Secca
  • Spiaggia di Sampieri
  • Donnalucata
  • Spiaggia di Caucana

Marina di Ragusa

Marina di Ragusa è decisamente la più popolare del luogo e la cui sabbia fine e dorata, bagnata da un mare estremamente limpido e trasparente, diventata meta ambita di moltissimi turisti.
Qui, i bagnanti potranno godere di attimi di puro relax sui tratti di spiaggia libera, oppure decidere di servirsi degli stabilimenti balneari e aggiungere più comfort al proprio soggiorno.

Spiaggia di Punta Secca

Diventata famosa grazie alla sua apparizione nella serie televisiva “Il Commissario Montalbano” si contraddistingue per il suo fascino pittoresco, esaltato dalle dune, dal suggestivo faro che si trova nelle vicinanze e per lo splendido mare che la bagna.

Spiaggia di Sampieri

Spiaggia di Sampieri, situata precisamente poco prima di Marina di Modica, offre ai turisti un ampio arenile protetto da una fitta vegetazione, rivelandosi il posto perfetto per trascorrere ore di pace e tranquillità.

Donnalucata

Donnalucata è una località balneare situata lungo la costa tra Marina di Ragusa e Scicli, famosa per le sue spiagge ampie e ben attrezzate e meta ambita per chi ama praticare gli sport acquatici.

Spiaggia di Caucana

La Spiaggia di Caucana, infine, è la scelta ideale per chi nella propria vacanza è alla ricerca di quiete e non desidera immergersi in zone troppo affollate. La spiaggia si trova vicino a Punta Secca, è caratterizzata da una vasta distesa di sabbia dorata bagnata da acque limpide e cristalline.

Cosa fare: escursioni e itinerari a Marina di Ragusa

Per esplorare il cuore autentico di Ragusa bisognerà partire dalla parte più antica, Ragusa Ibla, e visitare la bellissima Cattedrale di San Giorgio, vero capolavoro del barocco siciliano.
Poco distante da qui, sulla cima di una collina, si potrà ammirare il Giardino Ibleo, luogo ideale per rilassarsi e godere di una vista panoramica mozzafiato.

Un altro degno esempio di architettura barocca siciliana è fornito dal Palazzo Arezzo di Trifiletti, un edificio nobiliare del XVIII secolo che ospita anche una collezione di opere d’arte e mobili antichi.

Inoltre, non si può visitare Ragusa senza assaporare la sua deliziosa cucina; la città è infatti famosa per i suoi piatti tradizionali, diventati ormai di fama mondiale, come la pasta alla Norma, gli arancini e i cannoli siciliani.

Infine, quando si parla di Ragusa non si può non dedicare uno spazio esclusivo alle sue meravigliose spiagge, probabilmente le attrazioni principali della zona.

Località e storia

La storia di Ragusa ha origini antiche e affonda le sue radici nell’epoca preistorica; le prime tracce di insediamenti umani nella zona, infatti, risalgono al Neolitico.

Nei secoli successivi, la città cadde sotto il dominio dei romani, dei bizantini e dei normanni, tutte popolazioni che hanno contribuito a lasciare profondi segni sia da un punto di vista architettonico che culturale.

Nel XV secolo, poi, Ragusa passò in mano al potere degli Aragonesi e, successivamente, degli Spagnoli; in questo periodo, la città fu attraversata da una forte componente barocca, ancora oggi visibile nell’architettura delle sue chiese e dei palazzi nobiliari.

Nel 1693, un terribile terremoto colpì profondamente la regione, distruggendo gran parte della città che fu poi ricostruita e divisa nelle due attuali zone già citate, ovvero Ragusa Superiore e Ragusa Ibla.

Successive trasformazioni urbanistiche avvennero durante il periodo fascista e subito dopo la città conobbe una forte espansione industriale che l’ha portata a convertirsi, in parte, allo stile moderno.

Nel 2002, il centro storico di Ragusa Ibla ha ottenuto un importante riconoscimento, ovvero è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, riconoscendone il profondo valore artistico, architettonico e culturale.

Oggi, questa città dinamica riesce ancora a unire il fascino del suo passato storico con la vita contemporanea che è sempre in continua evoluzione, permettendole così di essere sempre un’importante attrazione turistica per la regione Sicilia.

 

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.