Tempo di lettura: 3 min

Le spiagge più belle delle Isole Eolie: foto e mappa

Isole Eolie: guida alle spiagge più belle

Impareggiabili per il loro fascino insolito e ammaliante, le Isole Eolie sono un arcipelago siciliano situato nel Mar Tirreno meridionale.
Sette sono le isole di cui si compone: Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano, dove sono collocati i vulcani omonimi ancora attivi.
Ed è proprio grazie alla loro origine vulcanica che le Isole Eolie hanno delle peculiarità che le rendono davvero uniche.
Spiagge di sabbia nera candide pareti di pietra pomice insieme ad acque cristalline e piscinette naturali creano un’atmosfera paradisiaca e diversificata adatta ad ogni tipologia di turista.

Le migliori spiagge

Ecco una selezione delle spiagge più belle delle Isole Eolie

Pollara – Salina

Spettacolare è forse il termine che meglio si addice a Pollara , spiaggia raggiungibile in 30 minuti di cammino dall’omonima cittadina.
Oltre ad un mare meravigliosamente cristallino, questa spiaggia si contraddistingue per la sua conformazione ad anfiteatro e per le casette di pescatori arroccate nelle pareti a strapiombo.
Un fascino che le è valso il novero di spiaggia più bella delle Isole Eolie e che qualcuno, sicuramente, avrà ricollegato al celebre film Il Postino ambientato proprio a Pollara.

Acquacalda – Lipari

Una spiaggia bianca? Proprio così.
L’effetto deriva dalle imponenti montagne di pietra pomice che fanno da cornice ad un mare trasparente, particolarmente apprezzato dagli appassionati di snorkeling ed immersioni .
Sebbene si tratti di una spiaggia di ciottoli, la presenza di numerosi servizi rende Acquacalda adatta anche alle famiglie con bambini.

Spiaggia di Valle Muria – Lipari

Sabbia nera e fumarole. La spiaggia di Valle Muria, tra le più famose delle Isole Eolie, è raggiungibile tramite un sentiero trekking che si sviluppa alle pendici del monte Giardina.
Lungo il cammino è possibile intravedere i resti di un’antica diga di età Romana.
Il litorale è formato da sabbia scura a grani grossi e ciottoli e da acque trasparenti e cristalline, ideali per chi vuole godersi la bellezza di una nuotata immerso nell’atmosfera di quiete tipica delle Isole Eolie.

Spiaggia delle Fumarole – Vulcano

Alla ricerca di un mare calmo e caldo nelle Isole Eolie? La Spiaggia delle Fumarole è quello che fa per voi!
Qui relax è la parola d’ordine. Infatti, grazie alla presenza di vapori sulfurei che danno luogo al ribollire delle acque e ai fanghi vulcanici , questa spiaggia è un vero e proprio centro benessere naturale.

Spiaggia Forgia Vecchia – Stromboli

Lungo una baia sabbiosa si trova la spiaggia Forgia Vecchia, ideale per chi vuole vivere un’esperienza a contatto con la natura lontano dal caos cittadino.
L’azzurro con tutte le sue sfumature è una peculiarità delle acque di questa spiaggia delle Eolie raggiungibile attraverso un sentiero che parte dalla Spiaggia di Scani.

Cala Junco – Panarea

A Cala Junco farete fatica ad individuare il punto in cui finisce il cielo e inizia il mare baciato dai raggi del sole.
Grazie ad una particolare conformazione, questa spiaggia sembra una piscina naturale le cui acque vanno dall’azzurro al verde smeraldo.
Per questo motivo è particolarmente apprezzata dagli appassionati di sport acquatici.

Cosa fare: escursioni e itinerari

Oltre ad essere una vera e propria oasi di relax, da godere in una delle numerose spiagge, le Isole Eolie hanno anche il vantaggio di essere una meta perfetta per gli appassionati di trekking .
Tantissimi sono gli itinerari adatti ad ogni tipologia di camminatore, dal più esperto all’amatore.

Se vi sentite particolarmente romantici, vi consigliamo il percorso che in Valle Muria (Lipari) porta da Pianoconte al belvedere di Quattrocchi.
Da qui potrete ammirare la scogliera di Sotto il Monte, punta Perciato e i faraglioni di Pietralunga e Pietraminarda.

Altro itinerario degno di nota è quello della pomice di Lipari, che ripercorre la vita degli antichi cavatori di pomice tra Acquacalda, Lami e Canneto.

L’impronta dell’attività vulcanica non resta visibile solo nei due vulcani attivi rimasti nell’arcipelago, ma si è manifestata anche in forme insolite.
È il caso di Vulcanello, nata proprio da un’eruzione che ha poi portato alla creazione di forme rocciose generate dal raffreddamento della lava a contatto con l’acqua, la cosiddetta Valle dei Mostri.
Per raggiungerla vi sarà sufficiente percorrere un sentiero asfaltato che costeggia il versante nord-est di Vulcanello. La durata del percorso è di circa 2 ore.

Località e storia

Calette, spiagge nere e bianche distese di pomice custodiscono una storia in cui la dimensione leggendaria e la realtà si fondono insieme in una tradizione senza tempo.
Si narra che proprio nelle Isole Eolie, Zeus avesse lasciato Eolo a custodia dei venti inseriti in alcune anfore.

D’altro canto, pare invece che i primi insediamenti risalenti a qualche secolo prima del 4000 a.C. fossero legati all’attività vulcanica.
In quell’epoca, infatti, Lipari e Salina divennero un importante snodo per il commercio dell’ossidiana e del vetro vulcanico.

A confermare la particolarità di questo arcipelago, contribuisce infine il fatto che si tratta delle vette di una catena montuosa sottomarina.
Peculiarità che unite ad una cornice naturalistica unica, che annovera 40 specie di uccelli e oltre 900 varietà floristiche, ha fatto sì che l’Unesco riconoscesse le Isole Eolie come Patrimonio dell’Umanità.

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.