Tempo di lettura: 10 min

Cosa vedere a Napoli: mare, dintorni e itinerari per le tue vacanze

Un famoso detto diceva “vedi Napoli e poi muori” per sottolineare il carattere di unicità che un’esperienza nella città partenopea può regalare.

Noi, invece, diciamo che dopo aver visto ed esplorato questo luogo magico della Campania, non potrai fare a meno di ritornarci ancora, ancora e ancora.

Un’anima vivace e variegata che si esprime al meglio tra i vicoli, nelle friggitorie, nei dettagli che si incontrano ad ogni angolo e nelle meravigliose terrazze da cui potrai ammirare bellissimi e romantici tramonti vista mare.

Napoli è una città ricca di arte, storia, cultura e tradizione. Dal Teatro San Carlo, tra i più famosi e prestigiosi al mondo, a Piazza del Plebiscito cuore del centro storico di Napoli, dal Maschio Angioino ai Quartieri Spagnoli è tutto un mondo da scoprire ed esplorare.

“Mille culure” quelli di Napoli, tra cui spicca l’azzurro di un mare che bagna splendide spiagge in cui rilassarsi e abbandonare lo stress della quotidianità.

Pronto a partire insieme a noi alla scoperta di Napoli?

Cosa vedere a Napoli in 3 giorni: gli imperdibili e posti insoliti

Giorno 1

  • Duomo
  • Spaccanapoli
  • San Gregorio Armeno
  • Piazza del Plebiscito
  • Complesso Monumentale di Santa Chiara

Giorno 2

  • Napoli Sotterranea
  • Rione Pignasecca
  • Metro Toledo
  • Castel dell’Ovo

Giorno 3

  • Museo di Capodimonte
  • Rione sanità
  • Quartiere Chiaia e Posillipo

Itinerario giorno 1

Partiamo dal centro storico di Napoli, Patrimonio UNESCO dal 1995, dove rimarrai colpito dall’imponente cattedrale duecentesca nota ai più come Duomo di Napoli.

L’edificio è frutto di rimaneggiamenti che si sono avvicendati nei secoli, ed è un chiaro esempio di architettura paleocristiana epoca in cui è cominciata la costruzione.

Come uno scrigno custodisce al suo interno la Basilica di Santa Restituta, il Battistero di San Giovanni in Fonte, la Cappella e il Museo del Tesoro di San Gennaro, protettore della città.

Se capiti da queste parti a settembre, non puoi certo perderti le celebrazioni in onore di San Gennaro il 19.

La tradizione narra che se il sangue del Patrono si scioglie in fretta è un buon auspicio per la città, in caso contrario non ci sono buone notizie all’orizzonte

INGRESSO: 6 euro, ridotto 4.

Il nome è già evocativo e ti sarà chiaro che si tratta dell’arteria che divide in due Napoli.

Spaccanapoli rientra nel decumano inferiore della città e sorge nelle immediate vicinanze del centro antico della città dove si trovano piazze, chiese e tesori artistici davvero incantevoli.

Da qui potrai ammirare Castel Sant’Elmo, altra perla di Napoli che sorge sulla Collina del Vomero.

spaccanapoli

Chi non conosce la tradizione millenaria del presepe? A Napoli c’è una via che celebra questa antica arte in tutte le sue forme.

Si tratta di Via San Gregorio Armeno detta anche Via dei Presepi, dove vengono esposti personaggi caratteristici realizzati dalle sapienti mani degli artigiani locali.

Oltre alle figure storiche del presepe troverai personaggi insoliti appartenenti al mondo dello spettacolo. Non perdere l’occasione di esplorare una delle tante botteghe e acquistare un souvenir da portare con te a casa.

Chi dice Napoli dice Piazza del Plebiscito, simbolo per antonomasia della città.

Percorrendo fino alla fine Via Toledo, ti ritroverai davanti ad una delle piazze più grandi d’Italia.

Ben venticinquemila metri quadrati incorniciati da un bellissimo colonnato chiuso da Palazzo della Prefettura, Palazzo Salerno, Palazzo Reale e la Basilica di San Francesco di Paola, pregevole esempio di architettura neoclassica italiana.

Se vuoi davvero sentirti un local, devi attraversare ad occhi chiusi la piazza e tracciare una linea retta partendo dalla Porta di Palazzo Reale. Che succede?

Non ci riuscirai perché Piazza del Plebiscito ha un’inclinazione tale per cui è impossibile attraversarla in questo modo.

Nella vivacità che brulica tra i vicoli di Napoli, si inserisce un luogo intimo dove si respira un’atmosfera che profuma di agrumi e che porta verso mondi lontani.

Si tratta del Complesso Monumentale di Santa Chiara, noto anche come Chiostri di Santa Chiara.

Qui si trova un incantevole giardino circondato da pilastri adornati da preziose maioliche e portici impreziositi da affreschi seicenteschi.

La sua costruzione venne edificata per volere di re Roberto d’Angiò e di sua moglie Sancha di Maiorca, artefice degli influssi spagnoleggianti.

All’interno del Complesso si inserisce una chiesa con un antico rosone traforato.

Itinerario giorno 2

Se sei rimasto affascinato da Napoli rimarrai letteralmente stupito dalla Napoli Sotterranea.

Un dedalo misterioso di cave di tufo, gallerie di epoca romana, sotterranei dove si trova anche un antico acquedotto.

L’itinerario è una delle più preziose testimonianze storiche della città partenopea e ha riportato alla luce un patrimonio davvero unico.

I tour guidati hanno una durata di circa due ore nel corso delle quali avrai modo di ammirare grandi opere di ingegneria civile la cui valorizzazione si deve all’Associazione Napoli Sotterranea.

Per visitare la Napoli Sotterranea non occorre prenotare, ma l’unico percorso autorizzato è quello che ha partenza da Piazza San Gaetano.

Tra i quartieri più folkloristici di Napoli c’è sicuramente la Pignasecca, qui si respira davvero l’essenza più autentica del capoluogo campano.

Il rione è vicino a Via Toledo e si estende da Largo della Carità ai Ventaglieri passando per Montesanto.

La Pignasecca ospita anche un mercato all’aperto dove potrai trovare delle vere e proprie chicche, dal cibo all’abbigliamento fino a bizzarri ed insoliti accessori.

Passando per la trafficata e vivace Via Toledo potrai concederti un momento di shopping in una delle tante boutique presenti e riposarti gustando la golosa rosticceria napoletana, tra cuoppi, frittatine di pasta e montanarine.

Non perdere però l’occasione per scattare bellissime foto in uno dei luoghi più affascinanti della città, la Metro Toledo.

Le fermata Toledo è opera dell’architetto spagnolo Óscar Tusquets ed è stata inaugurata nel 2012. Il quotidiano inglese The Daily Telegraph e la CNN l’hanno premiata come stazione metro più bella d’Europa!

Sta quasi per arrivare la sera su questo secondo giorno a Napoli e la più degna conclusione è godersi un tramonto in una cornice davvero magica: Castel dell’Ovo

Situato sull’Isolotto di Megaride, sorge in una posizione di rilievo bagnato com’è dal mare su tre lati e con un suggestivo affaccio sul Golfo di Napoli.

È il castello più antico della città e ospita oggi la Direzione Regionale per i Beni Culturali della Campania.

Avvolto da questa atmosfera romantica, potrai sorseggiare un drink e goderti uno sfizioso aperitivo vista mare.

castel dell'ovo

Itinerario giorno 3

Ultimo giorno a Napoli? Bando alla tristezza, ci sono ancora moltissime cose da scoprire!

Anche se i tuoi occhi sono già pieni di meraviglie, non potrai sottrarti al fascino del Museo di Capodimonte, uno scrigno di tesori inserito all’interno di un’imponente bosco che domina il golfo di Napoli.

La Reggia di Capodimonte fu edificata a metà del Settecento da Carlo di Borbone per inserirvi la collezione di opere d’arte ereditate dalla madre Elisabetta Farnese.

In poco tempo, si trasformò nella residenza dei Borbone di Napoli e poi dei Bonaparte, dei Murat e dei Savoia.

Di rara bellezza, la collezione Farnese, comprende opere di grandi artisti del calibro di Raffaello, Tiziano, Parmigianino ed El Greco ammirabili al primo piano della Reggia.

A Capodimonte si trova anche una Galleria Napoletana dove oltre ad opere di artisti legati alla città partenopea, potrai osservare da vicino la grande arte contemporanea, in particolar modo Vesuvius di Andy Warhol.

Il Museo di Capodimonte è aperto tutti i giorni tranne il mercoledì. Gli orari di apertura sono 8.30-19.30 per il primo piano, 9.30-17.00 per il secondo e il terzo. Il biglietto intero costa 12 euro, il ridotto (per ragazzi tra i 18 e i 25 anni) 8 euro, mentre l’ingresso è gratuito sotto i 18 anni.

palazzo di capodimonte

Negli ultimi anni Napoli è stata oggetto di riqualificazione e questi interventi hanno riguardato, in particolar modo alcuni quartieri tra i quali il famoso Rione Sanità.

Verace, genuino, sincero si trova a circa 20 minuti a piedi dal centro e offre uno spaccato della vita che scorre nelle viscere della città.

L’operazione di recupero si deve alle molte associazioni del territorio che l’hanno reso una meta imperdibile all’interno di un tour partenopeo.

Il viaggio volge al termine e per avere un ricordo indelebile di questi giorni devi assolutamente fare una tappa al Quartiere Chiaia e Posillipo.

Si tratta della zona più chic di Napoli, tra negozi di moda, ristoranti di lusso e hotel a 5 stelle.

Da Chiaia potrai ammirare la meravigliosa vista su Capri, sul Vesuvio e su Posillipo altra località che vale la pena vedere.

Nato come quartiere di pescatori, Posillipo ospita numerose ville storiche immerse in lussuosi parchi e altrettanti luoghi storici come ad esempio la Tomba di Virgilio e di Leopardi.

Cosa vedere a Napoli in un giorno

Improvvisa voglia di Napoli per una toccata e fuga? Anche in un giorno riuscirai a scoprire lati insoliti e unici della città partenopea.

Oltre al centro storico che non puoi assolutamente perderti, ti consigliamo una visita alla Cappella Sansevero un luogo in cui l’arte trionfa.

È proprio qui, infatti, che è custodito un capolavoro di rara bellezza, opera dello scultore Giuseppe Sanmartino: il Cristo Velato.

Inutile descrivere l’emozione che si prova ammirando questa scultura dove ogni dettaglio contribuisce a raccontare la sofferenza di Cristo attraverso le linee morbide e delicate.

La Cappella ospita anche un altorilievo in marmo della Deposizione e il gruppo scultoreo dello zelo della religione.

cristo velato

Nelle numerose foto che circolano sul web o che ti ha mostrato chi ha trascorso una vacanza a Napoli, troverai senz’altro lui: il Maschio Angioino.

Si tratta di una costruzione monumentale risalente al XIII secolo, quando gli Angioini decisero di edificare un’architettura che non fosse soltanto difensiva ma potesse trasformarsi in una vera e propria reggia.

Dell’antica residenza si conservano ancora la cappella palatina, le mura e alcune torri; al suo interno, invece, potrai ammirare le straordinarie opere di Mattia Preti e Battistello Caracciolo.

Percorrendo la zona di Spaccanapoli, di fronte al Complesso Monumentale di Santa Chiara, troverai la Piazza del Gesù su cui sorge una delle chiese più scenografiche ed eleganti di Napoli: Chiesa del Gesù Nuovo.

L’edificio risale 1500 ed è una delle massime espressioni di architettura barocca a Napoli, com’è già evidente dalla particolare facciata.

Oltre al fascino della Chiesa, rimarrai attratto da Palazzo Pignatelli di Monteleone e Palazzo Pandola.

Se a questo punto la fame comincia a farsi sentire è arrivato il momento di celebrare la regina delle tavole napoletane. Lei, la unica, inimitabile, amatissima, pizza!

Un piatto che a Napoli trova infinite declinazioni, dalla classicissima margherita alla pizza col cornicione ripieno e l’accoppiata vincente salsiccia e friarielli, fino alla pizza fritta con ricotta e salame, le golose montanarine e la pizza a portafoglio.

A fine pasto un caffè è più che meritato soprattutto se lo bevi in una delle istituzioni della città di Napoli: il Caffè Gambrinus.

Frequentato da letterati e artisti d’ogni sorta, il Gambrinus è un pezzo della storia di Napoli dove non potrai certo sottrarti alla tentazione di mangiare un babà o una deliziosa sfogliatella (attenzione a non entrare nell’annosa questione liscia o riccia!)

Forse, a questo punto, occorre una bella passeggiata digestiva. Ma perché non farla in uno degli angoli più magici della città?

Il lungomare di Napoli, con i suoi 3 chilometri che si snodano tra via Nazario Sauro, via Caracciolo, via Partenope e via Mergellina, costeggia una delle vedute del mondo.

Durante il percorso, potrai scattare numerose foto da portare con te a ricordo di questo stupendo viaggio.

Dal Vesuvio all’Isola di Capri, da Castel dell’Ovo al promontorio di Posillipo, un’atmosfera di bellezza unica e irripetibile che ti farà venire voglia di tornare qui molto presto.

Napoli e il mare: i migliori posti da vedere

L’identità di Napoli è, da sempre, strettamente connessa al mare.

In questo angolo d’Italia dove arte, storia e cultura si fondono in un insieme di grande bellezza, si trovano alcune tra le spiagge più suggestive del nostro Paese dove, ogni anno, si riversano turisti provenienti da tutto il mondo.

Le spiagge più belle di Napoli

  • Gaiola
  • Spiagge di Miseno e Milliscola
  • Spiaggia di Marechiaro
  • Baia delle Rocce Verdi
  • Spiaggia del Castello di Baia

Se vuoi goderti qualche giornata di relax al mare scopri i lidi e stabilimenti balneari a Napoli e dintorni

Gaiola

La spiaggia di Gaiola si trova all’interno del Parco Sommerso della Gaiola, una riserva marina protetta caratterizzata da un’imponente scogliera e due piccole isole collegate da un ponte artificiale.

A pieno titolo tra le spiagge più belle di Napoli, la Gaiola si contraddistingue non solo per la bellezza del panorama circostante ma anche perché le sue acque trasparenti sono l’habitat di numerose specie vegetali e animali.

Trattandosi di un’area marina protetta la balneazione è consentita soltanto nella zona B in cui comunque bisogna attenersi ad alcune regole, possono infatti accedervi cento persone alla volta dalle 10 alle 16.

Se ami lo snorkeling nella zona della Gaiola è possibile praticare numerose attività, come lo snorkeling, escursioni in kayak e visite subacquee al parco archeologico sommerso.

Spiagge di Miseno e Milliscola

Amatissime dai Napoletani, e non solo, queste due spiagge sono molto affollate durante il periodo estivo.

Di contro il litorale delle spiagge di Miseno e Miliscola è molto ampio e riesce ad ospitare molti lidi attrezzati con servizi di ogni sorta, mentre più piccolo è il tratto di spiaggia libera.

L’arenile di soffice sabbia morbida è bagnato da un mare azzurro, cristallino e trasparente con fondale digradante perfetto per godersi un bagno in tutta sicurezza e fare una nuotata rigenerante.

Spiaggia di Marechiaro

Sott’a sta luna a Marechià… Avrai sicuramente sentito questa celebre hit che fa proprio riferimento alla spiaggia di Marechiaro.

Conosciuta anche col nome di Scoglione, questa spiaggia è formata da un insieme di scogli di tufo e da un contesto naturalistico selvaggio e incontaminato.

L’acqua è limpida e cristallina, caratteristica che è riuscita a mantenersi in alterata nel tempo grazie al fatto che la spiaggia è raggiungibile unicamente via mare.

Per arrivare è sufficiente salire a bordo di una delle barchette con partenza da Calata Ponticello.

La spiaggia di Marechiaro è attrezzata con lidi e chioschi in cui poter gustare lo street food tipico partenopeo.

marechiaro

Baia di Rocce Verdi

Tra le spiagge che maggiormente rappresentano l’identità del Golfo di Napoli non si può non annoverare la Baia delle Rocce Verdi.

Inserita nel suggestivo contesto di Villa Fattorusso, dalla spiaggia potrai godere di una meravigliosa vista che si estende fino alla Penisola Sorrentina e all’Isola di Capri.

La baia è rocciosa e si caratterizza per la presenza di due particolari piscine di acqua di mare che contribuiscono a creare un’atmosfera di relax e benessere.

Imperdibile è anche la piccola spiaggia di Riva Fiorita, raggiungibile via mare o a piedi percorrendo una discesa piuttosto ripida.

Il mare trasparente e il panorama mozzafiato ti faranno dimenticare ben presto la frenesia della vita quotidiana!

Spiaggia del Castello di Baia

Lo scenario è a dir poco magico con uno dei monumenti più belli e affascinanti di Napoli.

Stiamo parlando del Castello Aragonese di Baia, edificato tra il 1490 e il 1493, piccolo scrigno che custodisce al suo interno i resti di una villa romana.

Nei pressi del maniero si trova una piccola spiaggetta accessibile via mare caratterizzata da acque turchesi le cui tonalità si intensificano verso il largo.

Ideale per chi ama gli arenili sabbiosi e la calma, la spiaggia del Castello di Bacoli costituisce un unicum di bellezza naturalistica e artistica.

Qui troverai stabilimenti attrezzati e servizi per vivere una vacanza in tutta comodità.

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.