Tempo di lettura: 2 min

Voglia di viaggiare? Come il Covid-19 ha cambiato le vacanze

L’estate sta arrivando e, con essa, la voglia di fare vacanza.
Scommettiamo che il tuo umore quest’anno è stato messo duramente alla prova da continue restrizioni, regole da rispettare e allontanamento sociale.
Il Covid-19 è ancora un problema e stenta a lasciare la presa, continuando a colpire il settore del turismo, già duramente provato.

Voi viaggiatori, spiriti liberi, desiderosi di avventure e di scoperte, siete tra le persone che più hanno risentito del lockdown.

Ora, però, le giornate si stanno allungando, l’inverno è solo un lontano ricordo e l’avvicinarsi della bella stagione riuscirà a fare cambiare la situazione.
Maggio porta con sé aria di novità e tra le ricerche di Google, al primo posto, inizia a comparire “mete estate 2021”.

I dati neri del 2020

Il turismo nel 2020 ha perso cento miliardi di euro. Secondo un’indagine di Assoturismo e Istat, le presenze durante il mese di luglio sono calate del 49% rispetto al 2019.
Durante questa strana estate, noi italiani abbiamo preferito restare nel Bel Paese, cercando mete poco conosciute e preferendo spostarsi in zone vicine.

Il turismo culturale, legato alle città d’arte, è quello che ha sofferto di più; i viaggiatori hanno preferito mete giudicate più sicure, come escursioni tra i boschi e gite fuori porta vicino casa.
Tra le destinazioni preferite è risultata la montagna, subito seguita da località termali e balneari.

Aspettative per la prossima estate

Un sondaggio ha evidenziato che tra i desideri per l’estate 2021 c’è al primo posto la volontà di tornare a viaggiare, che spodesta quella classica di trovare l’amore.
Le restrizioni anti Covid hanno bloccato anche i viaggiatori più accaniti, che non vedono l’ora di riprendere in mano le valige e partire per qualche spiaggia.

Secondo un’indagine di Booking.com il 66% degli italiani preferisce passare una giornata sotto l’ombrellone anziché ricevere una promozione in ufficio.
Più della metà di noi sta già pianificando il prossimo viaggio, bisogno nato anche dall’accumulo di giorni di vacanza che permette di fare soggiorni più lunghi.
Per il 72% degli italiani la pandemia ha suscitato la voglia di esplorare, ritenendo fondamentale godersi almeno un soggiorno durante il prossimo periodo estivo.
Il 30% degli italiani ha affermato che sceglierà una meta rilassante, preferendo località balneari.

Pianificare: sì o no?

Spontaneità e flessibilità. Sono le due parole che caratterizzeranno i nostri viaggi durante l’estate 2021.
Secondo lo studio ”Upgrade 2021” la voglia di prenotare all’ultimo minuto, seguendo l’impulsività del proprio carattere, rappresenterà il modo prossimo di viaggiare.
Il 38% degli intervistati affronterà viaggi last minute, mentre il 30% sarebbe disposto ad effettuare dei tour anche se con pochi giorni a disposizione.

Il trend è quello dell’improvvisazione, provando emozioni uniche e pianificando il meno possibile.
I viaggiatori avranno un diverso approccio verso la prenotazione, saranno intenzionati a massimizzare la loro voglia di esperienza.
Il web sarà lo strumento principe per l’intera predisposizione del viaggio, dalla ricerca delle informazioni alla prenotazione di tutti i servizi.
Sceglierete in base a quello che volete fare, alle situazioni che volete vivere e al vostro carattere.

Per vivere una vacanza nel 2021 noi italiani siamo addirittura disposti a rinunciare all’alcool, ai social e anche al sesso.

Siamo pronti a “mollare tutto e partire”.

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.