Tempo di lettura: 3 min

La Riviera Romagnola: un patrimonio storico dietro la spiaggia

La Riviera Romagnola è il simbolo dell’estate italiana.
In questo articolo di spiagge.it, ti guideremo alla scoperta della Riviera, fantastica e famosissima meta del turismo nostrano, sia per la presenza di spiagge e locali per la movida giovanile, sia per l’ottima tradizione gastronomica che contraddistingue questa terra.

Ravenna

Questo gioiello della Romagna è il secondo comune (dopo Roma) per superficie, ed è la più grande e storicamente importante della regione, essendo stata capitale per tre volte nella storia del paese.
Proprio in virtù di questo glorioso passato, i Monumenti paleocristiani di Ravenna sono stati inseriti nel 1996 nel patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.
Sono otto, inseriti nella lista grazie al numero di mosaici che ospitano, alla testimonianza che essi portano della sinergia artistica e religiosa tra Occidente e Oriente e, soprattutto, al loro essere emblema di arte e architettura religiosa e funeraria del VI secolo.
Il più antico, il mausoleo di Gallia Placidia, fu fatto realizzare all’inizio del V secolo dall’imperatore Onorio, ed il suo interno è interamente ricoperto di mosaici (per la maggior parte di colore blu). Sempre in questo periodo fu realizzato il battistero Neoniano, considerato il battistero paleocristiano più sfarzoso e conservato meglio al mondo grazie ai suoi stucchi, marmi e mosaici policromi.

Al tempo dell’imperatore ostrogoto Teorodico risalgono invece il battistero degli Ariani, la basilica di Sant’Apollinare Nuovo e il mausoleo di Teodorico, che differisce dagli altri in quanto privo di mosaici e realizzato in pietra d’Istria.

In epoca giustiniana, fu costruita la basilica di San Vitale, pieno di mosaici in cui vengono combinati arte bizantina e occidentale e quella di Sant’Apollinare in Classe, riempita di marmi.

Di particolare interesse culturale è la tomba di Dante: le spoglie del Divin Poeta sono conservate in un sarcofago di epoca romana, decorato da un bassorilievo raffigurante il poeta di profilo, illuminato da una lampada perennemente ardente.

Se invece sei un amante della natura, Ravenna può vantare di avere nella sua provincia una buona parte del Parco regionale del Delta del Po dell’Emilia Romagna, caratterizzato principalmente da ambienti lagunari ospitanti un’interessante biodiversità.

Rimini

Estesa per 15 km lungo la costa dell’Alto Adriatico, Rimini è una località di fama mondiale per quanto riguarda il turismo balneare.
A parte le molteplici strutture balneari presenti sul litorale Romagnolo, ci sono in città molti luoghi di interesse storico e culturale, costruiti in anni e anni di diversi domini, da quello romano a quello bizantino, dalla signoria malatestiana allo stato pontificio.

Ecco perché in città troverai i monumenti più disparati: il tempietto di Sant’Antonio, costruito nel Cinquecento, il Tempio Malatestiano, mausoleo dedicato al Signore della città su progetto di Leon Battista Alberti, la chiesa di Sant’Agostino, l’Arco d’Augusto, il ponte di Tiberio, i palazzi dell’Arengo.
Per quanto riguarda i siti archeologici, Rimini può vantare di avere il più grande patrimonio archeologico della regione: potrai visitare le rovine dell’anfiteatro romano, delle domus romane del Chirurgo e di palazzo Massani e delle necropoli.

Cesena

Cesena può offrirti, oltre a tanti stabilimenti balneari, un’interessante esperienza storica e culturale.
Tra i monumenti e i luoghi di maggiore interesse sono da visitare: la Cattedrale di San Giovanni Battista, costruito in stile gotico-romanico alla fine del 1300 e la Chiesa di Sant’Agostino, costruita nel centro storico inizialmente come convento e ceduto ai monaci Agostiniani.

La città è anche ricca di castelli e ville come la Rocchetta di Piazza e Loggetta Veneziana, una cortina di oltre 20 metri di altezza dove è presente il camminamento, accompagnato da un torrione di piazza. Sulla parete potrai leggere l’iscrizione di una citazione di Dante riguardo a Cesena, contenuta nel XXVII Canto dell’Inferno. Villa Silvia, che è stata frequentata da importanti nomi della cultura italiana, come ad esempio Carducci, la cui stanza è visitabile.

Per quanto riguarda invece le aree naturali, Cesena ne può vantare moltissime, tra le più importanti ti consigliamo di visitare il parco naturale del fiume Savio, il Giardino di Serravalle e il Parco della Rimembranza.

Queste tre sono solo alcune delle destinazioni che possiamo consigliarti di visitare in Romagna, starà a te scegliere se continuare nell’esplorazione di questo fantastico tratto di costa adriatica.

Dai un’occhiata all’articolo sugli stabilimenti più belli della Riviera Romagnola.

Gli ultimi articoli

Set your categories menu in Theme Settings -> Header -> Menu -> Mobile menu (categories)
Create your first navigation menu here
Start typing to see posts you are looking for.